Jesi intitola scuola a Paolo Borsellino

Una delle scuole più antiche di Jesi, la secondaria di primo grado già 'Duca Amedeo di Savoia', cambia nome e diventa un presidio di legalità ricordando, da oggi e in avvenire, la figura di Paolo Borsellino. Al magistrato assassinato nel luglio 1992 dalla mafia assieme ai cinque agenti di scorta è stato intitolato l'istituto al termine di due giornate di festa, che hanno coinvolto 850 studenti e due testimoni di eccellenza, il fratello Salvatore Borsellino, fondatore del movimento Agende Rosse, ed il giornalista Paolo Borrometi. Al palazzetto dello sport di Jesi gli studenti hanno celebrato Paolo Borsellino con canti, lettere a lui dedicate e un flash mob in cui, stesi a terra come vittime di mafia, hanno composto le lettere del nome di Borsellino, chiedendo con grandi striscioni Verità e Giustizia. "Quella di Paolo - ha detto Salvatore - è stato un messaggio d'amore, non solo di coraggio, perché senza l'amore non avrebbe fatto le scelte che ha fatto sapendo che sarebbe stato ucciso dalla mafia".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. CronacheMaceratesi
  2. Informazione TV
  3. TRG
  4. CronacheMaceratesi
  5. CronacheMaceratesi

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Macerata

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...